L’ idolatria della polvere e i moderni “Tomb Raider”

La questione della riesumazione ed esposizione delle spoglie di Padre Pio sta diventando un "caso" nazionale. L’esposizione del corpo del religioso, assurto dal 2002 al ruolo di santo dopo la riesumazione della sua salma fatta la notte tra il 2 e il 3 marzo scorso, è infatti avvenuta a distanza di soli 40 anni dalla sua morte. Naturalmente tra il gaudio dei suoi “riesumatori” che come bambini in brodo di giuggiole per il nuovo giocattolino, hanno raccontato con diverse perle di anatomia, mista a macabra euforia, l’allegra riesumazione. Vi riporto, ad esempio, degli estratti dell'avvincente racconto di uno dei Periti del Vicariato di Roma per la conservazione dei santi, che ha già trattato i corpi di numerosi santi e beati, tra cui i papi Giovanni XXIII, Pio IX, Pio X e Chiara d'Assisi...ovvero un espertone in materia che al suo confronto Lara Croft, la pettoruta protagonista di “Tomb Raider” (“profanatore di tombe”) la serie di avventure videoludiche più celebri del mondo (interpretata al cinema da una improbabile Angelina Jolie), è un insignificante e volgare sciaquetta raspasabbia. L'espertone dunque racconta che quando è stato riesumato, il corpo:
“...non emanava odori…c'erano la testa, colpita solo da un iniziale processo di scheletrizzazione, il volto, la barba e i baffi integri di San Pio,...il volto era soltanto privo della cavità orbitale…il corpo invece ha conservato il volume originario…torace, costole, rachide e spina dorsale erano intatti e compatti …nella parte dorsale è stato notato un colore rosa che poi si è rivelato essere il colore della carne… abbiamo fatto una normale disinfezione e conservato i tessuti senza effettuare nessuna mummificazione (versione “natùre” come il tonno al naturale, senza aggiunta di olio) ...

Spiegato anche il toccante motivo circa l'uso della maschera di cera che riproduce il viso del santo: Abbiamo voluto offrire l'immagine del Padre Pio che tutti conoscevano ed è di una fedeltà che ci ha commosso…”. Naturalmente non si è badato a spese e la raffinata maschera è stata realizzata nientepopòdimenoche dalla stessa ditta inglese che crea quelle di Madame Tussauds, il celebre museo delle cere di Londra.

Ora, con tutto il rispetto possibile per la figura di questo santo e dei suoi fedeli, mi domando: ma è proprio necessario il bisogno di venerare le spoglie mortali di un santo? La Bibbia stessa non spiega che "polvere sei e polvere diventerai"? Su internet ho letto in merito un ottimo articolo (a fine post il link) che ricalca in toto il mio pensiero:

Per un fedele il corpo è solo un involucro che contiene l’anima di un individuo, che se ne libera al momento della morte… Le spoglie mortali di un individuo non hanno più nulla a che fare con quell'individuo, non gli appartengono più, anzi, dopo essersi decomposte, rientrano nei cicli naturali per formare altre strutture

Quell'ammasso di materia che viene ora esposto a San Giovanni Rotondo, materia che esiste da sempre e che prima contribuiva a comporre la struttura magari di altri esseri viventi, di rocce, di acque, e perchè no, stelle e pianeti lontani, non ha nulla per cui essere venerato, se non forse per l'aver compiuto "l'ultima tappa" nel formare il corpo di Padre Pio.

L'incapacità di domandarsi se quell'ostensione avrebbe fatto piacere a Padre Pio accompagna la necessità di concretizzare in maniera tangibile la sua presenza, di renderla visibile, di richiamarla e di rievocarla, come se l'idea della sua vita ultraterrena non bastasse. Il cercare una via, un collegamento fra spoglie mortali e anima è sintomo, più che di devozione, di una certa fragilità di fede

Così, contrariamente a quanto disposto dalle Sacre Scritture, quindi, a San Giovanni Rotondo si venera qualcosa, non qualcuno. Nulla è tanto lontano dalla ipotizzata anima di un individuo quanto il suo corpo terreno. Ma perchè allora questo tentativo di percepire attraverso il materiale ciò che è assolutamente spirituale?

Io una risposta ce l’avrei: secondo il Vaticano, negli alberghi di San Giovanni Rotondo (che contano in totale 9.000 posti letto) e nei paesi vicini si registra già il tutto esaurito per le prime settimane dedicate all'ostensione, e le prenotazioni da tutto il mondo si susseguono al ritmo di 10.000 al giorno. Proprio per questo l' ostensione delle spoglie potrebbe protrarsi per un anno. Se uno più uno fa due...
Se siete in odore di Santità siete avvisati...anzi...seguite questo semplice consiglio: disponete di essere cremati e fate gettare le ceneri in mare.


Commenti

Miche l'esteta ha detto…
Questa è idolatria in tutto e per tutto....
Ah! Calvino! Quante scudisciate riserverebbe a costoro
fabio r. ha detto…
ma porcapupazza!! l'accostamento tra padre Pio e Lara croft nooo!! e mo' come faccio a fare sogni zozzi su Lara dopo averla vista accostata alla maschera di cera?? Così mi smonti la libido onirica!!
Pino Amoruso ha detto…
D'accordo con te...credo che San Pio non condividerebbe tutto questo...
Grissino ha detto…
Preferisco Lara... ^_^
Fighissima con le due pistole!!
:-)
Su Padre Pio si é detto molto anche che fossero tutte finte le sue stigmate. Io non so se sia vero ma propoendo piú per il sí che per il no. La chiesa é sempre piú un business...
Sara Sidle ha detto…
Guarda, io sono rimasta sconvolta dallo sfruttamento del povero Padre Pio. Non sono certamente una religiosa, non amo proprio la religione in particolare i religiosi,ma ho sempre simpatizzato per il padre di Pietrelcina.Non capisco neppure tutti quei "fedeli" che sono andati per vedere una maschera di cera di un uomo che mai avrebbe voluto diventare gadget o merchandising di una Chiesa sempre più gretta e approfittatrice.
Non si può altro che dire:povero Padre Pio..
Bacioni
MasterMax ha detto…
Bel post: serio e pungente. Di sfuggita l'altra sera ho visto al telegiornale un servizio dove orde di fedeli lanciavano contro la bara banconote di euro. BANCONOTE! Si cerca il miracolo ad ogni costo. Il corpo solo leggermente in decomposizione? MIRACOLO! No, fisica. Se un corpo lo tenete sottovuoto peggio del prosciutto, è ovvio che si deteriora lentamente! Ma che lo lascino in pace quel pover'uomo.
María ha detto…
Penso che sarebbe meglio lasciare riposare al Padre Pio, che il Vaticano si occupi di chi bisognano aiuta, e non con preghiere.
E l'ora che la religione sia utile a tutti quelli che non hanno niente. Ricordiamo alla Madre Teresa, una luce e una guida.

Bacio.
Maria Rita ha detto…
che post pungente...
Concordo pienamente con quanto dici.
Io non sono particolarmente religiosa, però ritengo che il "tentativo di percepire attraverso il materiale ciò che è assolutamente spirituale" sia una tendenza parecchio diffusa, in un certo senso "sponsorizzata" dal clero e benevolmente accolta e rafforzata dai fedeli. Anche questo è un business...
Suvvia, non stiamo dicendo nulla di nuovo, ahimè!

Un grosso grossissimo grossissimissimo bacio!
isline ha detto…
Io ho fatto esattamente le stesse considerazioni!
Miss Dickinson ha detto…
Padre Pio non avrebbe voluto tutto questo, ma chi se ne frega, lì c'è da far soldi, altro che fede!
E secondo me il discorso sta tutto lì, quel corpo esposto non rappresenta la vera essenza del frate, chi lo ama e chi lo prega, non ha bisogno di vedere una maschera di cera.
E' un business come un altro, solo che ora si usano anche i santi, i cadaveri e si gongola per il tutto esaurito negli alberghi.
Non c'è più religione, e qui non si tratta di un modo di dire..
stellastale ha detto…
a me tutta questa cosa provoca solo una cosa: tristezza.... praticamente il contrario di quanto dovrebbe ispirare ai bravi cristiani. sono strana io?
Mario l. ha detto…
Fatta la festa gabbato lo santo... Ma qualcuno si ricorda che ancora santo non è? Il processo di beatificazione è ancora in corso infatti!!
E cosa meglio di una riesumazione per dargli la spinta necessaria?
E poi perchè schifare la maschera di Madame Tusseaud? Così abbiamo un pezzo di Inghilterra anche noi, senza farci tutto quel viaggio per vederla!

A Grissino, Laura sarà pure figa con le due pistole, ma Padre Pio con la spada laser faceva pure la sua bella figura...
Ah non è Padre Pio? Errore mio...
Mat ha detto…
io stè cose religiose proprio nn le concepisco...

poi mi sa di fanatismo all'ennesima potenza...

e vabbè!

però l'idea di padre pio con la spada laser è una figata!
Virgilio Rospigliosi ha detto…
Ciao Mimmo, con questo Post ci hai picchiato sodo. Ed è lostesso che ho pensato io guardando la notizia in TV. Ci vedo poca mancanza di rispetto sia per Padre Pio che per i credenti. Puro Businness!!!
max ha detto…
avete già detto tutto che non mi resta nulla ufff.
Condivido con tutti voi la delusione nel sistema "pastorale" che più che di fede si occupa di business.....
evviva
ELLE ha detto…
non sono una persona religiosa ma rispetto chi lo è. Questo comunque è un grosso bussiness come tanti altri del resto...vogliamo forse dimenticare tutti gli affari che ci sono dietro ai vari pellegrinaggi ai vari Santuari sparsi per il mondo e tutti i souvenir, cartoline, magliette ecc.ecc. che li seguono? alberghi ecc.ecc. ? Sarà ma come il mondo dello spettacolo crea e distrugge miti anche la Chiesa crea e distrugge Santi forse come nel mondo dello spettacolo: solo per affari. ciao carissimo
Suysan ha detto…
E' semplicemente un modo per sfruttare al massimo la fede delle persone credenti......
Mario l. ha detto…
La tentazione era troppo forte per non farci un post, anche se in ritardo: http://strana-mente.blogspot.com/2008/05/senza-tetto.html.

Mario l.
Bruja ha detto…
mi sa chje qui c'è lo zampino di un potende dio danaro...e quindi tutto si giustifica...
povero San Pio...:-(
patty ha detto…
si anche a me sta faccenda mette una gran amarezza..e dubito fortemente che S.Pio o Padre Pio come lo si vuole chiamare, sarebbe stato contento di quest'ennesima operazione commerciale..lasciatelo riposare in pace!mah..
Geillis ha detto…
nulla di più da dire che quello che avete scritto nei post precedenti e nel tuo articolo, che condivido in pieno. Pur essendo completamente atea, rispetto le credenze altrui e questa storia mi pare veramente squallida, pura superstizione che viene sfruttata per fare denaro, che tristezza.

P.s. ma non sarebbe meglio farci cremare tutti, così i cimiteri non sarebbero pieni zeppi e le tombe costose come un appartamento?
marina ha detto…
A me piacerebbe che le mie ceneri venissero sparse in un prato.
Mi sto attrezzando perché le mie volontà vengano rispettate
ciao, marina
Annachiara ha detto…
Io, quando ho visto il servizio alla tele ho pensato intensamente che quella che stava guardando non ero io ma la mia pronipote Ludmilla. Ha funzionato. Sono ringiovanita di 30 anni. Ora ho di nuovo tutta la vita davanti!
Cetta ha detto…
Si potrebbe fare, magari prima donerei i miei organi!
Nella ha detto…
Le reliquie non servono alla fede: si crede con il cuore e la ragione
Davide ha detto…
Ciao Mimmo ben ritrovato, come sempre ottimi post.
io cmq prederisco lara...
Kniendich ha detto…
Mio caro Mimmo, personalmente ho sempre condannato il giro di affari inconcepibile che ruota attorno la persona di San Pio, per il quale ho ovviamente grande rispetto. Credo che tutto... ma proprio tutto.. quello che circonda le spoglie mortali del santo, sia stato organizzato ad hoc per permettere ad un paese intero di emergere economicamente e ..... al Vaticano tramite alcuni suoi "dipendenti" senza scrupoli di battere un pò di cassa...

Buon inizio settimana...
Ross ha detto…
Ehi, dove sei finito? :)
coloredenso ha detto…
Ciao,
ho visto il tuo blog e ho pensato di invitarti nella mia nuova classifica.
http://www.migliorblog.it
E' strutturata sui voti dei visitatori basta registrarsi e inserire un piccolo pulsantino sul tuo blog per essere votato ;)

Un saluto Antonio
Finazio ha detto…
L'ostensione del cadavere mi sembra più l'incipit di un film horror che un rito religioso. Ma del resto parliamo di una religione che ha il suo fulcro nell'iconografia di un cadavere inchiodato ad una croce...
antonio ha detto…
è agghiacciante tutto questo.
ArabaFenice ha detto…
vivendo in Puglia alla foto di padre Pio nel portaritratti con luminarie non ci faccio più caso.
E' un business che non mi piace per niente, offensivo per i principi della Chiesa, anche se a volte è gestito all'interno della Chiesa stessa. In generale trovo l'esposizione dei santini una cosa di cattivo gusto anche perchè vivo la fede (o quel che ne resta) in maniera privata.
ma è proprio necessario il bisogno di venerare le spoglie mortali di un santo?
non solo non è necessario ma è anche amorale. Che i morti vengano lasciati riposare in pace!
Il Mari ha detto…
Non sono molto religioso... ma per quel poco che lo sono preferisco i sacerdoti semplici che fanno del bene e non cercano fama.
Probabilmente come lo era Padre Pio.
Penso che sia triste pensare che una figura così semplice sia diventata una vera e propria industria religiosa.
Un miracolo comunque sicuramente lo ha fatto... ha reso ricchi tante persone che abitano attorno a Pietralcina.
Angie ha detto…
Un saluto veloce..poi ripasso!
:-)
Anonimo ha detto…
L'unico punto su cui concordo con te è che non c'è bisogno di venerare qualcuno comprando statuine, acquasantiere, figurine del subbuteo...Venerare una persona che ha vissuto in povertà(o forse si vuol negare anche questo?) e che, almeno per chi ci crede, ha operato dei miracoli, mi sembra un diritto. Se te volessi andare a venerare Elvis a Graceland...qualcuno avrebbe il diritto di dirti qualcosa? O Jim Morrison a Parigi? Fermo restando che ognuno è libero di fare ciò che più gli aggrada finchè non danneggia altri, quindi pure di andare a San Giovanni R., non mi sembra che sti pellegrini vadano a ossequiare un assassino...fossi in te, mi indignerei di più per quelle povere sceme che scrivono lettere di giustificazione per il mostro di Almstetten...
Per il resto del post (non parlo del tuo blog ma solo di questo post)scusami ma mi viene irrefrenabile una domanda. Ma sei scemo o cosa?
Io capisco che tu non sia credente, ci mancherebbe altro: ognuno sceglie in cosa credere, e prima ancora "se" credere a qualcuno o in qualcosa.
Però mi sembra il minimo che t'informi meglio prima di parlare di qualcosa che, per tua stessa ammissione, non conosci: si dà il caso, per esempio, che per i cristiani (non so se anche per altri credo) il corpo non sia solo un'appendice scomoda da buttare nell'immondezzaio alla prima occasione utile.
Si dà il caso che i cristiani non credono affatto che il corpo sia un derivato di rocce, acque e frammenti stellari: credono che sia un corpo, guarda un po' te...
Si dà il caso che credano pure che non esiste metempsicosi: quindi un'anima&un corpo. E in stretta interconnessione. Quelli che credono che il corpo sia una prigione, e sono in attesa di ricongiungersi alla "loro" essenza divina, sono gli GNOSTICI, o quelli come Battiato che fanno un meltin pot di tutta la spiritualità mondiale.
Si dà il caso che credono che quei corpi verranno loro restituiti quando arriverà il Gran Giorno. Si dà anche il caso che è per questo motivo che seppelliscono i loro morti, anzichè incenerirli. O forse pensi che i cimiteri siano una manovra organizzata dalle potenti lobbies di fiorai e scalpellini?! Maledetti... ;D
Anonimo ha detto…
Perche non:)
Anonimo ha detto…
La ringrazio per Blog intiresny
Anonimo ha detto…
La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Post più popolari