V per Vendetta - I Figli degli Uomini



Ultimamente ho avuto la gran fortuna di vedere due film che mi hanno colpito. Fortuna perché beccarne di belli è sempre difficile.
Ma questi due sono veramente fatti bene e quindi ve li consiglio caldamente!
Uno visto al cinema, l’altro a noleggio.

Il primo è “I figli degli Uomini”, l’altro “V per Vendetta”.
Entrambi sono ambientati nel futuro prossimo, un futuro che tutto sommato non è dei migliori…visto che gli scenari sono a dir poco desolanti e spiazzanti.
Entrambi vanno ampiamente al di fuori delle righe, proponendo un probabile futuro con il quale il mondo ha già avuto a che fare in passato(è questo è sconvolgente!)...ripeto da vedere assolutamente se il genere vi piace!
Ma andiamo con ordine….


V per Vendetta:

“In un futuro in cui emarginati e minoranze sono discriminati o eliminati, la Gran Bretagna è diventata uno stato totalitario, grazie anche al decadimento degli Stati Uniti.

Unico a opporsi alla dittatura è un eroe mascherato, conosciuto solo come 'V'.
Dopo aver salvato Evey dalle pericolose ingerenze dalla polizia segreta, 'V' appare nello studio televisivo dove lavora la ragazza per trasmettere un proprio messaggio e per una dimostrazione antigovernativa.
Braccato e assediato riesce a sfuggire alla Polizia grazie alla stessa Evey, che porta con sé per non abbandonarla nelle mani delle forze dell'ordine.
Il rapporto tra i due è difficile, come anche la prospettiva di restare nascosti per un intero anno, fino al giorno in cui 'V' ha programmato il grande 'Golpe' contro il Palazzo, ma l'uomo mascherato nasconde una sensibilità rara...
Un giorno Evey confessa a 'V' di volerlo aiutare nella sua lotta...”

Il film è liberamente ispirato all’omonima storia a fumetti americana degli anni 80 scritta da Alan Moore.
Ma si discosta da tutto ciò che abbiam visto finora al cinema, a partire dai celebri personaggi Marvel (X-Man e compagnia bella).
V è un film che ci dovrebbe far riflettere di fronte alle tante cose che ci vengono raccontate dai governi, che invece possono nascondere altre realtà.
La denuncia ad ogni forma di sottomissione umana, alla censura spietata e alla prevaricazione è fortissima!

Mai un messaggio di Pace è stato così forte e sentito!
Ognuno naturalmente ci vede ogni sorta di riferimento con fatti, anche gravi, accaduti nel corso recente della nostra storia.
Ma riesce bene a svincolarsi da ogni paragone e da ogni messaggio retorico centrando tutto su un discorso prettamente umano, civile e rispettoso.
Molto ben analizzato il rapporto di intima partecipazione della protagonista…il risveglio dal “torpore” e la rivendicazione della propria libertà.
Ben girato con numerose scene altamente spettacolari è una ottima colonna sonora, è avvincente fino alla fine! Incolla alla sedia per due ore. MAGNIFICO!!!!

Natalie Portman è FANTASTICA!!!!…la sua bravura le consente di calarsi appieno nei panni di una credibilissima giovane del futuro che suo malgrado si ritrova a combattere coi dolori repressi del passato e l’estrema fatica a trovare un senso alla sua esistenza. E anche rapata a zero non perde un filo della sua sfolgorante bellezza!!!
V è invece un eroe-non eroe. Per tutto il film non lo vedremo mai senza maschera. Combatte per un ideale. Usando anche la forza ma anche tanta psicologia e tanta testa. E cosa non trascurabile….usa anche il CUORE!






I FIGLI DEGLI UOMINI:

"2027, il genere umano è in estinzione a causa dell'infertilità femminile. L'unica speranza è riposta in Kee, una giovane donnadi colore che vive a Londra e che Theo, ex attivista pacifista, e la rivoluzionaria ex moglie Julian cercano di salvare dalla violenza dell'estremismo nazionalistico portandola fuori le recinzioni cittadine.
Theo prova a portare a termine la sua missione prima facendo partorire la donna nella zona di confine e poi proteggendoli dai pericoli di una disastrosa e letale guerriglia... "



Questo film è stato una VERA sorpresa per il sottoscritto.
Mi aspettavo il solito filmetto americano infarcito di eroi, retorica a go-go, solite scene ipermegascoppiettanti e trama previdibilissima.
Quanto mi ero sbagliato!




Questo è un film che parte dal quasi voler sensibilizzare il grande pubblico su alcune pieghe dell'era moderna globalizzata.
Calo demografico, xenofobia, nazionalismo...la solita paura del diverso e l'ottuso rifiuto a riconoscerlo come unica speranza e salvezza del pianeta.
Ottime le interpretazioni di protagonisti e non, capaci di non confondersi con lo sfondo nonostante un contesto grandioso, compatto e funzionante a ogni livello, con regia e fotografia prive di sbavature.

Clive Owen è STRATOSFERICO!!!
L’antieroe in infradito!!!!
Credibilissimo e UMANISSIMO!
Affronta questa prova senza la sfrontatezza tipica di colui che si ritrova a salvare il mondo senza paura e senza macchia!
Alfonso Cuaron il nostro giovane e divertito regista messicano, reduce dall’episodio più bello e dark di Harry Potter (Harry Potter e il prigionierio di Azkaban), riesce a piazzare anche qualcuna delle sue 'zampate'. Come nella caustica ironia sulla credibilità di una immacolata concezione o nella galleria d'arte mondiale allestita dal nuovo ricco di turno con aspirazioni mecenatesche (ci ritroviamo la Guernica di Picasso e altre opere…sfigurate!) o ancora nelle citazioni di lusso sparse nella pellicola.


Per me è stata una visione strabiliante e molto emozionante. Per farvi capire sono praticamente rimasto a bocca aperta e commosso per tutto il secondo tempo. Sembrava quasi il film più triste della storia del cinema.

Strabiliante per l’efficace tecnica di ripresa in soggettiva...che ti catapulta là in mezzo alla baraonda generale.
Hai paura…non sai cosa accadrà!


Commovente perché il "ghetto" in cui si svolge il secondo tempo è come io mi immagino i teatri di guerra del nostro tempo, dove tutti sparano contro tutti e non si capisce niente.
Solo che in Iraq, in Darfur o in Libano, le pallottole non si fermano neanche davanti ai bambini.

Straordinaria la scena clou in cui cessano i fuochi….ma solo per poco, giusto il tempo di riporre in un neonato la speranza ultima della salvezza dell’umanità!

Da vedere e rivedere!

Commenti

Deepak Gopi ha detto…
Hi from India:)
Deepak Gopi ha detto…
Hi Mimmo:
thanks for visiting my blog.BtwI have seen lot of films from Italy. Fellini,Passolini...are favorite directors of mine.Lastada I have seen it 8 times.
Visit my blog often I will also do the same.You can comment it in Italian.
:):)good day
Mimmo ha detto…
thanks deepak!
I will visit yours blog.

;)
Miky ha detto…
Come ho scritto nel mio blogg cuaron è stato magistrale..però il film nn mi ha preso più di tanto..il finale potevano sistemarlo meglio.. a volte il film mi è apparso un pò vuoto,non so
Un maestoso Clive Owen che già adoro da Closer e Inside Man
:-) Baci tresòr
Anonimo ha detto…
good start
Anonimo ha detto…
La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Post più popolari