Incontro ittico: il Pangasio

L’altro giorno mi sono ritrovato a tu per tu con uno strano pesce che non avevo mai sentito nominare né visto!
L’insolito incontro è avvenuto nel reparto pescheria dell’ipermegasupermercato accanto casa mia, ed io consumato dalla dura scelta di una qualità di pesce senza lische, una lotta interiore che è stata subito accantonata grazie al miracoloso oracolo proferito dallo smilzo pescivendolo che mi ha invitato a degustare la carne prelibata del PANGASIO…oltretutto in offerta (e sappiamo tutti quanto questa parolina magica ridona linfa al nostro portafogli)!
Ignorando però cosa fosse esattamente e per non fare la figura del troglodita (da non scordare anche la succulenta ed esclusiva offerta del giorno sul puzzolente prodotto) ho subito accettato con “nonscialans” mentre invece dentro di me pregavo che non mi capitasse una nuova specie di pesce da laboratorio con tre occhi (tipo quelli che popolano le acque de “I Simpsons”) o una fetta di Megattera per la quale è vietato il commercio (già pensavo alle uova marce che i fanatici di GreenPeace mi avrebbero scaricato appena uscito fuori dall’ ipermegasupermercato). Per fortuna lo sconosciuto pesciolino si è visivamente presentato al sottoscritto come un innocuo e normalissimo filetto di pesce molto simile al merluzzo. Incuriosito comunque come una bertuccia, appena rientro a casa mi tuffo a pesce nel web per abbeverare la mia sete di conoscenza ittica.
Scopro che il “colpevole” ha, per cominciare, un popò di nome scientifico, Pangasius hypophthalmus, e sarebbe un pesce d'acqua dolce, appartenente alla famiglia dei Pangasidi (mica pizza e fichi!). Questo pesce pare sia molto diffuso nelle acque dolci dei grossi fiumi della zona tropicale del continente Asiatico, ed è infatti uno dei principali alimenti della Thailandia, del Vietnam e della Cambogia e di tutte quelle popolazioni che vivono a ridosso dei fiumi. Da esso dipendono milioni di persone per il loro sostentamento. Una grande responsabilità, insomma!
Il coraggioso Pangasio avrebbe quindi fatto un lungo viaggio per arrivare fresco e riposato nei banchi delle pescherie degli ipermegasupermercati in Europa e in Italia, dove ormai è possibile acquistarlo quasi ovunque, visto che viene allevato tranquillamente in bacini chiusi o in canali dove avviene l'acquacoltura. Le carni del Pangasio hanno un sapore molto delicato, ricordano quelle della trota, ma sono meno grasse. Per dare carattere e più gusto è consigliabile preparalo sempre con l’aggiunta di erbe e spezie e cucinato nei modi più classici tipici del pesce (al cartoccio, in umido, in padella…).

Curiosità: il Pangasio, al di là del suo aspetto aggressivo, è un pesce molto timido e nervoso. Rumori o movimenti improvvisi lo spaventano facilmente. Questa sua caratteristica lo rende una specie molto mansueta ed è per questo che è normalmente venduto in Occidente come animale da acquario. È consigliabile acquistare sempre gruppi di almeno 5 esemplari. Ma attenzione! Se in cattività questi pesci non superano i 30 cm di lunghezza, in realtà sono grossi pesci che necessitano di grandi spazi aperti dove nuotare. Sono documentate foto di esemplari giunti a superare il peso record di decine di kg!
Quindi occhio se volete rinfoltire la fauna del vostro acquario…correte il serio rischio di ritrovarvi con una balena in casa!

La ricetta che vi consiglio per gustare al meglio il Pangasio è molto semplice e veloce da preparare! Fresco o congelato, sia intero che in filetti potete facilmente gustare al meglio il Pangasio e seguire il mio consiglio culinario:


Pangasio alla Mediterranea
Ingredienti per 4 persone:
-4 filetti di Pangasio
-5 pomodori freschi tagliati grossolanamente
-farina bianca tipo 00
-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
-1 cipolla
-prezzemolo
-origano
-1 spicchio di aglio
- 1/2 bicchiere di vino bianco
-capperi
-sale e pepe

Preparazione:
Fate scaldare 4 cucchiai di olio extravergine di oliva in una padella capiente e aggiungete la cipolla a fette sottili, uno spicchio d'aglio e una piccola manciata di capperi. Appena la cipolla inizia a imbiondire buttateci dentro i pomodori freschi tagliati grossolanamente, salate e pepate e fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio-basso.

Nel frattempo infarinate bene i filetti di Pangasio in entrambe le parti. Fate evaporare mezzo bicchiere di vino bianco nel sughetto in padella ed adagiate i filetti infarinati in modo che non si tocchino tra di loro. Aggiungete un pizzico di pepe nero macinato, una manciata di prezzemolo e se vi piace anche una spolverata di origano.

Fate cuocere i filetti 5 minuti a fuoco medio, poi girateli con molta delicatezza e continuate la cottura per altri 5 minuti e comunque finchè il pesce risulterà ben cotto.
Servite subito insieme al gustoso sughetto e...buon appetito!


Commenti

Davide ha detto…
ma il sapore è simile al merluzzo?
Mimmo ha detto…
davide...lo ricorda molto.Il Pangasio è molto più "dolce" al palato e non ha quel retrogusto tipico "da pesce". Difficile descriverlo....bisognerebbe assaggiarlo di persona! ;)
ANTILLA DAL CANTO ha detto…
HO COTTO I FILETTI DI PANGASIO METTENDOLI PRIMA IN SUCCO DI LIMONE POI COSPARGENDOLI DI UN TRITO FATTO CON ROSMARINO SALVIA E SALE POI PANE GRATTATO UN FILO D'OLIO D'OLIVA IN PADELLA ANTIADERENTE
.......UMHMUHMUMUHM BUONISSIMI E SONO CONVENIENTI, HO PAGATO 1KG DI FILETTI CONGELATI €4,50
Mimmo ha detto…
Antilla...grazie per la tua ricettuola! :) il Pangasio è buono........e convenientissimo! :))
branzino ha detto…
mi cheidevo proprio oggi in mensa cosa fosse il pangasio, quanto ce n'è, dove vive e da dove arriva...
Mimmo ha detto…
Branzino...sono meglio di Wikipedia...ammettilo! :) ehehe...grazie e torna pure a trovarmi! ;)
Anonimo ha detto…
Io lo cucino semplicemente passandolo nella farina e poi friggendolo in olio extravergine di oliva fin quando la farina nn diventa croccante
Mimmo ha detto…
Anonimo...fai bene! con la ripassata nella farina e la seguente frittura...il Pangasio assume tutto un altro sapore!!! ;)
Anonimo ha detto…
LO ho cucinato oggi... piacevole sorpresa! E' buono davvero. Non avevo la minima idea di che pesce si trattasse, e mia figlia mi ha adeguatamente istruita (lei non mangia assolutamente pesce ma li conosce tutti). cucinato nel modo più semplice possibile, al forno con pane grattuggiato ed erbe aromatiche, è un piatto molto gradevole.
Antonella
Mimmo ha detto…
Antonella...grazie del tuo commento. Il Pangasio è un vero e delizioso piacere per il palato. ;) buon appetito!
Anonimo ha detto…
Buonoooo, l'ho cotto al vapore con poco d'aglio e prezzemolo, un filino d'olio, sale e qualche goccia di limone... più semplice di così? Ma che squisitezza! Il bello che quest'estate sono stata in Viet Nam venti giorni e di Pangasio neanche l'ombra!!! An' vedi che bono sto Pangasio! ;) ciao,
Sonia
Anonimo ha detto…
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto…
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Mimmo ha detto…
Anonima...non c'era Pangasio in Vietnam???? ce lo stiamo pappando tutto noi, forse? ;) grazie e trona presto! :)
garda_sub ha detto…
ciao,io l'ho preparato questa sera per cena,piu o meno come diceva la ricetta sul sacchetto,un filo d'olio,infarinato un pizzico di sale un trito di aglio,fatto dorare poi una spruzzata abbondante di limone e via....squisito molto delicato.
Mimmo ha detto…
Garda_sub...si infoltisce la schiera di fans del simpatico Pngasius! :) grazie della tua testimonianza "culinaria" ;)
amoleapi ha detto…
però sa un pelino di alghe come il cavedano, brutto segno che stia prendendo il posto del persico africano, si vede che abbiamo quasi estinto un 'altra specie.
Per fortuna sembra che questo si allevi, ciao.
Mimmo ha detto…
Amoleapi...esatto! Ci sono diversi allevamenti e il successo di questo pesce sta allargando il mercato! Vedremo. ;)
Anonimo ha detto…
Non sembra proprio merluzzo anzi mi par sogliola! Fatto al forno è molto delicato e si digerisce bene.
Anonimo ha detto…
L'ho mangiato oggi in mensa: buono.
Mimmo ha detto…
Anonimo1...al forno tutto il pesce rende meglio!!!

Anonimo2...pure in mensa è giunto?? ;)
Anonimo ha detto…
Provatelo alla griglia con un battutino di salvia rosmarino e aglio, a fine cottura una spruzzata di limone e ... buon appetito!
Una favola!!!
Ciao ciao Moni
Mimmo ha detto…
Moni...più è semplice la ricetta più si apprezza il Pangasio! Brava! ;)
Anonimo ha detto…
ciao! io cucino il pangasio surgelato, lasciandolo scongelare e poi mettendolo in una vasca di alluminio con un filo d'olio, sale e pepe e rosmarino. copro tutto con alluminio (tipo scatola di scarpe...!!) e poi 20-25 minuti a 220° in forno... eccezionale e conveniente!
Anonimo ha detto…
io lo faccio alla mugnaia oppure impannato con la panatura all'inglese
Anonimo ha detto…
Abbiamo provato a farlo stasera.. Veramente ottimo!!!
Osvaldo e Manu
Mimmo ha detto…
grazie delle vostre...segnalazioni culinarie ;)
Barbara ha detto…
ciao....non credevo che a tanti piacesse il pangasio, io lo preparo al forno coperti di pomodorini a pezzetti, aglio, sale olio evo e un pizzico di pepe....ma visto che il suo sapore delicato mi piace molto proverò tutte le vostre ricette......ciao Barbara.
Anonimo ha detto…
Wow! Quante buone ricette!

Questa sera ho provato a cucinare per la prima volta il pangasio e devo dire che è stata una bella scoperta: buono e conveniente!

Ciao a tutti,
Roberta
Cri ha detto…
Ciao, oggi ho mangiato per la prima volta questo pesce...scelta presa per il costo non eccessivo e per l'aspetto.. mi ispirava insomma.
Non avendo la piu' pallida idea di che cosa avevo acquistato ho cercato informazioni...mi sono trovata qui ed ho pure copiato la ricetta!!
Beh vedo che questo pesce non è poi cosi' sconosciuto come credevo...comunque, ricetta ottima e pesce buono lo ha mangiato anche mia nipote di 2 anni!
Grazie!
ciaoo a tutti
Cri
Anonimo ha detto…
Al mare a Tirrenia abbiamo preso in giro una nostra amica per tutta la sera quando ci ha parlato di questo Pangasio, ora mi devo ricredere
Anonimo ha detto…
CIAO ANCHE IO HO DEGUSTATO QUESTO PESCE...è BUONO.ORA VI RACCONTO COSA MI è CAPITATO IERI SERA...IN FRIGO SU DI UN PIATTO HO LASCIATO DEL PANGASIO CRUDO,PREMETTO.. LA LUCE DEL MIO FRIGO A VOLTE NON SI ACCENDE..CMQ DI SERA TARDI ED AL BUIO VADO PER PRENDERE DELL'ACQUA E COSA VEDO..? IL PANGASIO è LUMINOSO...VERDE..PRESENTE LE MADONNINE LUMINOSE? CURIOSO E..CIAO BARBY
Anonimo ha detto…
anonimo
non è che hai qualcosa che non va nel frigo????
una lampada alla criptonite???

cmq stasera provo visto che sono venuto a copiare una ricetta con il qualche non l'ho mai degustato.
speriamo bene... uso la ricetta di mimmo..le altre già provate
Anonimo ha detto…
MI PERMETTO DIRE SOLO QUESTO, E SONO UNA STRANIERA, GUARDATE QUANTI CONTROLLI VENGONO FATTI IN ITALIA PER CRESCERE I PESCI...E GUARDATE IL FIUME MEKONG QUANTI PAESI ATTRAVERSA... QUANTO INQUINATOE E'....E QUANTO PANGASIO FORNISCE....VI AUGURO BUONA SALUTE
Sherry76 ha detto…
proprio stamattina ho comprato un filetto di pangasio... pensavo di farlo con le zucchine ma mi intriga di più la tua ricetta... lo farò domani a pranzo.. poi ti farò sapere...
Ciao
Serena
Anonimo ha detto…
interessante questo blog sul Pangasio.
Provate a fare una piccola ricerca su internet con le due parole " Mekong e arsenico".

Il pangasio proviene tutto da allevamenti lungo il fiume Mekong, peccato che la popolazione locale Vietnamita ha gravi problemi di salute per problemi di inquinamento di queste acque che arriva ad inquinare anche l'acqua potabile.

Vi sentite davvero sicuri a farlo mangiare ai vostri bambini?
Anonimo ha detto…
Caro Mimmo, mi chiamo Pier io ho assaggiato il pangasio e sinceramente non sa da niente.
Non ha nemmeno odore di pesce, certo che non ti lascia nessun retrogusto in bocca forse è buono per chi non ama il pesce.
Comunque il filetto che si trova al supermercato è decongelato e contiene conservanti che trattengono l'acqua ecco perchè è cosi gommoso nella masticazione.

Un fresco filetto di trota è certamente meglio non c'è paragone.
ciao.
clamilla ha detto…
Ciao Mimmo!
Sono Martina e ti informo che sabato sul mio blog è programmato un post sul pangasio, nel quale ho creato un collegamento a questo tuo articolo, che mi è piaciuto tanto..spero non ti dispiaccia, al tuo articolo non aggiungo niente di mio, lo linko solo!
Se ti va passa a vedere, entra in rete il 06/09/08 alle 00.00
Ciao !
Martina
Anonimo ha detto…
Sto cercando nel web una voce che mi e giunta all'orecchio ,il pangasio viene utilizzato attorno a vasconi del pesce allevato in acquacoltura per evitare che roditori passino sopra le reti per mangiare il mangime utilizzato nel allevamento . Ma non sono sicuro che sia soltanto una voce. Iformiamoci
Mcnamara82 ha detto…
Ragazzi, aprite gli occhi, certo il pangasio è economico ed ha un buon sapore... ma non tutto quello che è buono fà anche bene! Questo pesce viene allevato nel fiume più inquinato del mondo, è come mangiare delle fragoline di bosco cresciute a ridosso di una strada: sono buone ma son cariche di sostanze nocive! Se ritenete che siano solo cavolate, ok, ma comunque informatevi un pò in merito.. e questo non vale solo per il pangasio ma per ogni cosa che mangiamo: dobbiamo essere veramente consapevoli di quello che scegliamo per noi e per i nostri figli: Noi siamo quello che mangiamo! Ad ogni modo Buon appetito a tutti!
Anonimo ha detto…
Il pangasio viene allevato anche nella comunità europea con acque pulitissime. Basta saper leggere l'etichetta. Non facciamo sempre allarmismo gratuito.Il pangasio è buono e fa bene.
Grazie MIMMO.
Gaetano ha detto…
Concordo in pieno con l'anonimo il pangasio fa schifo ed è socialmente insostenibile, in più secondo studi dell'istituto nazionale per la nutrizione in quanto a valori nutritivi è equiparabile ad un bicchiere di acqua salata....
E' tanto buono l pessce nostrano
Anonimo ha detto…
mi sembra che non si sia ancora capito che per salvare questo pianeta dobbiamo tornare a mangiare prodotti locali. Il pangasio poi non sa di niente, ovunque sia allevato.
Anonimo ha detto…
mmmm.. buono sto pangasio...
andate su questo link e vi passerà la voglia..W LA TROTA.
http://www.fainotizia.it/2008/10/23/il-pesce-pangasio-il-veleno-e-servito
Anonimo ha detto…
informatevi prima di comprare..capisco che costi poco ma non è controllato e arriva da uno dei fiumi più inquinati del mondo.
lamazzone ha detto…
carissimi, ho provato per caso a comprare filetti di Pangasio sperando in un pesce che non diffondesse puzza insopportabile. effettivamente sono sodisfatta e la prima volta l'ho cucinato semplicemente al cartoccio con pochi odori e ho assaggiato un pesce delicatissimo. La seconda volta però volendo dare maggior forza al sapore ho deciso di infarinarlo e cucinarlo come una scaloppina. Non disponendo però in quel momento di farina bianca mi sono lanciata in un esperimento, ho utilizzato la farina di castagne, risultato stupendo, poca margarina in padella antiaderente e via la cottura da un lato e dall'altro del Pangasio in farina di castagne, unica aggiunta dado ai funghi in polvere. Come contorno una formina di riso lessato e condito con olio extravergine di olive. buon appetito
Anonimo ha detto…
Davvero delizioso.
Grazie per la ricetta.
Anonimo ha detto…
io l'ho sentito nominare solo oggi per la prima volta...sono andato ad informarmi su internet e...non lo comprerò MAI!!! buono o non buono, grasso o magro, questo pesce non ha i basilari presupposti per essere chiamato "sano" sia chimicamente che socialmente.
Frank ha detto…
Sapete che razza di pesce sia e dove viene allevato ?
Non credo, informatevi prima di usare questa schifezza e
pubblicizzarla su internet, è molto rischiosa !

Guardate qui:

http://blog.nutritionvalley.it/nutrizion/pangasio-50-persone-intossicate-in-una-mensa/

http://viabellezia8bis.blog.lastampa.it/resistenza_enogastronomic/2008/11/attenti-al-pang.html

http://trashfood.com/2008/11/una-invasione-di-nome-pangasio.html

http://www.43zero58.com/?p=462

Eccetera.......eccetera.....basta che scrivete pangasio
su Google e vedi quello che esce fuori.....

Se non credete a me o ad internet, chiedete pure a
un pescivendolo serio, non cinese però!!

Togli queste ricette dal tuo blog, ci fai solo una brutta figura
Anonimo ha detto…
quello che stavo cercando, grazie
Anonimo ha detto…
molto intiresno, grazie
denise ha detto…
buonissimo
Anonimo ha detto…
se aveste visto dove cresce il pangasio..in che acque, , , ,dove vive la gente che si lava che usa il mekong come ''bagno'' ecc. non lo comprereste mai nella vita -cresce in acque marroni inquinatissime
attenzione mamme ai vs bimbi

Post più popolari