23 febbraio 2008

Polaroid: ritorno al futuro?

Se pronuncio Polaroid, a cosa pensate subito? Sì, proprio loro, le mitiche macchine per foto istantanee che hanno segnato la storia della fotografia e del costume mondiale. Adesso la storica società ha inevitabilmente deciso lo stop alla produzione di pellicole che sarà definitivamente fermata quando sarà raggiunto lo stock sufficiente a coprire le esigenze di stampa per tutto il 2009. Chiuderanno così gli impianti in Usa, Messico e Olanda dove vengono ancora prodotte le speciali pellicole. Già l’anno scorso la compagnia aveva smesso di produrre le macchine fotografiche, ben dopo sessant'anni di onorata attività.
Il marchio “Polaroid” nasce esattamente nel 1937 con l’unico intento di produrre lenti polarizzate (da qui il nome) a uso scientifico e militare. Poi arriva la felice invenzione delle foto istantanee cui segue la commercializzazione della prima, vera e propria Polaroid che debutta quasi dieci anni dopo, nel 1948. Il celebre modello “Swinger”, dal costo esorbitante di 20 dollari, viene invece introdotto nel 1965 e diviene subito popolarissimo in tutto il mondo. Negli anni '70 sarà la Polaroid “OneStep” a divenire il modello in assoluto più venduto di macchina fotografica al mondo. Un successo inarrestabile che crea un fenomeno incredibile. Oggi, nell'era del digitale, quando con un qualsiasi
telefono cellulare siamo in grado di immortalare immagini e spadroneggiano le foto digitali, lo spazio per le classiche macchine Polaroid è molto risicato. Già a partire dal 2001 la società aveva avviato le pratiche per bancarotta dopo aver registrato perdite per tre trimestri di seguito. Basti pensare che le vendite di macchine fotografiche erano passate dai 2,3 miliardi di dollari del 1994 ai 752,7 milioni del 2003.
Ma se la Polaroid mette in soffitta le macchine per foto istantanee da lei create, un motivo ci sarà. Infatti si è deciso di puntare tutto nel settore delle macchine digitali e la speranza è quella di ritornare leader del mercato delle stampe istantanee. Già pronta da lanciare sul mercato è la futuristica tecnologia ZINK (Zero Ink Printing Technology). La Polaroid infatti vorrebbe produrre una fotocamera di tipo “prosumer” con stampante incorporata che utilizza una speciale carta in piccoli fogli da 2x3 pollici. Ed è proprio la carta il fulcro del processo di stampa: sotto uno strato protettivo polimerico è presente una materiale composto da cristalli coloranti. La stampa delle foto dunque non verrebbe eseguita attraverso gli standard attuali come la sublimazione o il ricorso all’inchiostro, ma grazie ad un processo termico innovativo: i cristalli risultano bianchi prima del processo di stampa, durante il quale vengono attivati per mezzo, appunto, del calore che produrrebbe stampe istantanee nel giro di 30 secondi. Il prezzo? Si vocifera sia intorno ai 250 euro. Per adesso la piccola stampante “ZINK”, associata alle nuove macchine digitali Polaroid, può essere connessa anche alle normali fotocamere tramite la porta USB 2.0, ma fornisce un'ottima piattaforma di stampa anche per i cellulari dotati di connettività Bluetooth (senza fili). Insomma, è in arrivo una nuova fotocamera destinata alla nuova era digitale che la dice lunga sulla volontà di Polaroid a tornare sul mercato in grande stile con un prodotto tutto nuovo.
Voi cosa ne pensate di questa strategia? Sarà un successo o invece sarà solo il disperato tentativo per avvicinare i vecchi nostalgici? Il fascino delle vecchie foto Polaroid, consentitemelo, è però unico e inimitabile.
Per la cronaca: il bimbo immortalato dalla sua mammina nella “vecchia” Polaroid in apertura…è il sottoscritto ;)

32 commenti:

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Mmh..mi sembra un buco nell'acqua, un vano tentativo di tornare ai fasti di un tempo. Oggi le foto non le stampa più nessuno!! Rimane il fascino per un oggetto che ha fatto storia.
Ciao

Cetta ha detto...

Che carino!non sembri neanche tu!eh eh! La polaroid non può chiudere!ho sempre sognato di averla!!

Suysan ha detto...

Il nome della Polaroid rimarrà sempre legato alla vecchia macchina che stampava le foto al momento.....io ce l'ho ancora!!!!

PePPe ha detto...

Con l'avvento del digitale, le polaroid effettivamente hanno fatto il loro tempo. Anche se, effettivamente ora si stampano meno foto.....

Pino Amoruso ha detto...

Cercano di risalire la china e di sfondare anche nel digitale sfruttando la stessa idea delle tradizionali polaroid. Peccato che oggi la stampa delle foto non è più una priorità...

desaparecida ha detto...

ommioddio che caruccio,che eri!!!!

La mia prima macchina fotografica era una polaroid,regalata x la prima comunione ad 8 anni!!!
qnti ricordi!!!
un abbraccio!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non sono mai stato un patito delle Polaroid. Il sano vecchio rullino da far sviluppare era e resta il mio amico fedele quando devo fare delle fotografie.

Sara Sidle ha detto...

Ma che bel pupetto!!
A me dispiace quando un pezzo del mio passato cessa di esistere. Certo, le nuove macchine sono più veloci e pratiche ma vuoi mettere quando aspettavi sventolando che apparisse l'immagine...molto più bello!!
Un bacione e non dimentichiamoci mai il passato, senza di esso non avremmo quello che abbiamo oggi!!Senti che frase da nonnina che ti ho buttato là!^______^

ELLE ha detto...

la polaroid? un mito!
ma che amooore quel bimbo :)
un bacione

Dona ha detto...

boh..una tecnologia così avanzata per proporre qualcosa che non ha più lo stesso scopo..
l'immagine istantanea c'è già anche se non cartacea, ma con digitali o telefonini la foto si può guardare come fosse stampata..
..però la polaroid..che mito!
...ma guarda..non l'avrei mai pensato che eri tu quel bimbetto hihihi! troppo caruccio!

pOpale ha detto...

Io sono un nostalgico e fino a quando sono riuscito a trovare le ricariche ho usato ogni tanto la mai vecchia polaroid :)
Vieni bene in foto ;)

Anicestellato... ha detto...

Che bei ricordi....vedere quella foto uscire fuori da una macchinetta era un magia quando ero bambina ma ora non avrebbe la stessa valenza anche se parlo da adulta magari ad un bambino farebbe lo stesso effetto, io collezioni macchine fotografiche d'epoca e tra questa c'è anche la mitica polaroid, devo dire che stona un pò tra le altre però....

Lollodj ha detto...

Per tutti quelli che dicono che oggi è inutile stampare le foto, ricordatevi che nessun hard disk è eterno, e i supporti ottici si ossidano in pochi anni... l'unico modo di far arrivare le foto ai nipoti è stamparle :)

NonnaPapera ha detto...

Non ho mai amato le foto fatte con la Polaroid, vuoi mettere una bella reflex con il suo bel rullino?
in ogni caso sapere che che ammazzano le Polaroid dispiace.

Maria Rita ha detto...

...le foto con le polaroid hanno un effetto unico... Non voglio assolutamente discutere il meraviglioso prodotto che ci offrono le attuali macchinette digitali... però... è come se la polaroid riuscisse a contenere qualcosa che va oltre... un pezzo di storia... un'emozione profonda... non so, è difficile da spiegare. Ecco, diciamo che fare una bella foto con una polaroid è come ascoltare un vecchio vinile dal suo lettore originale. A livello acustico, il prodotto non è paragonabile a quello offerto dai supporti tecnologici di ultima generazione, tuttavia, a livello emozionale, esso mi da quel qualcosa in più che fa la differenza...

Franca ha detto...

Vado un po' contro corrente: secondo me l'idea non è male

ELLE ha detto...

ti ho nominato per un meme...quando vuoi passa da me...non volermene. ciao :)

MARGY ha detto...

bella come idea di sopravvivenza..ma non credo riuscirà a spiccare perchè oggi la teconologia è al massimo e sicuramente questa ZINK sarà una tra le tante cose....

poi non so voi..ma l'effetto vintage...quel color seppia consfumature verdognole.. unico e tipico di quelle foto lì, degli anni60/70 non lo darà mai nessuna digitale di oggi e nè di domani...

Scarabocchio ha detto...

Quanti bei ricordi...
Non ricordo se ero io o mia sorella che ne abbiamo ricevuta una per la prima comunione...
Era pura magia: un clic e la foto era già lì... stampata, tangibile... "toccabile"!!!
Le foto di adesso non si toccano.. stanno tutte lì... sul pc... quel maledetto autolesionista che all'improvviso decide di andare in coma e ti fa perdete tutti i dati... foto comprese!
Sigh!

MariCri ha detto...

io me la ricordo la polaroid, era la compagna di viaggio nelle gite scolastiche, su gentile concessione dello zio che me la prestava con mille raccomandazioni... e si, possiamo proprio dire che è passata una generazione, che nostalgia!

max ha detto...

ciao,io ho molti scatti con polaroid.
se devo dirla io preferisco ancora il vecchio rullino alla digitale e comunque le foto migliori fatte con la fotocamera se posso corro a stamparle perchè così almeno ogni tanto le tiri fuori e le guardi,le incornici.Bello il mondo di Mimmo:-)

Sara Sidle ha detto...

Iuuuuuuu uuuuhhhhhh, Mimmooooo?
Che fine hai fatto!
Bacioni

Finazio ha detto...

Che tenerezza la tua foto. Anch'io ho usato una Polaroid per qualche anno. Oggi non so se la stampa immediata potrebbe funzionare: in fondo sia con le digitali che col cellulare la foto si vede direttamente sul monitor, la stampa mi sembra francamente superflua.

sabrina ha detto...

...eri carino da bimbo...bè anche adesso lo sei ^____^ ciao da Sabrina!

ArabaFenice ha detto...

io ce l'ho ancora ed è funzionante... qualche collezionista è interessato?

Bruja ha detto...

mhhhh....interessante la tecnologia....micro...ma non sono un'amante delle foto...quindi questo gadget tecnologico, al contrario di altri, non credo farà parte della mia collezione...:-)

Lollodj ha detto...

Olà, Mimo, non dirmi che hai trovato lavoro!!! :)

Ross ha detto...

Ehi, dove sei finito? Qui si reclama a gran voce un nuovo post! ;-)

Mimmo ha detto...

...rieccomi a commentravi e salutarvi tutti quanti!!!! :)
mi siete mancati tutti.
Ma adesso son tornato...quindi tremate!!! ;)

Grazie per i complimenti che alcuni di voi mi hanno sinceramente elargito per la versione Baby del sottoscritto...immortalato in Polaroid d'annata. Per tutti gli altri: non capito un tubo! :) ehehehe...

S E R E N A ha detto...

Ma che carino che eri!!...Anche io avevo scritto un post sulla "scomparsa" della mitica Polaroid...un mito che cade...

Mimmo ha detto...

Serena...benvenuta! ;)

Anonimo ha detto...

good start