26 giugno 2007

La lunga estate caldissima

L’Italia centro-meridionale sta boccheggiando da alcuni giorni con temperature che hanno tranquillamente infranto la barriera dei 40 gradi centigradi e fatto diventare questo Giugno 2007 il mese più caldo mai registrato nel nostro bollente Paese.

Già scattati i vari allarmi per le ondate di calore: oltre all'inevitabile incremento dei consumi energetici dovuto all'uso massiccio di condizionatori d'aria e refrigeratori (la domanda elettrica ha già toccato i 54.300 Mw), si sta infatti registrando anche un inevitabile aumento dei consumi idrici che aggrava la situazione già difficile delle scorte d'acqua in alcune regioni.
La Protezione civile ha lanciato l"allarme rosso" nelle città di Bari, Palermo, Pescara, Campobasso, Cagliari e Catania. Città che soffocano con temperature che superano i 44° C, complice anche un vento caldissimo che soffia inesorabile!

Così, in queste ore, nel Barese l'Aeronautica Militare ha registrato una temperatura record di 47°. A Roma la massima è stata di 31,2 gradi, ma la temperatura percepita era di ben 40 gradi, a causa dell'alto tasso di umidità che sta raggiungendo livelli record. L’altro ieri, era addirittura del 63%. A Catania la temperatura percepita e' stata di 45 gradi, con un forte vento che sull'isola ha favorito il divampare di numerosi roghi. Così come in Calabria ma anche in alcuni Paesi Europei, visto che l’ondata di caldo ha colpito anche gran pare dell'Europa Sudorientale e del Medio Oriente: le autorità greche, con colonnina di mercurio oltre i 47°, hanno allertato tutti i servizi di emergenza per affrontare i numerosi blackout i mentre la scorsa settimana 19 persone sono morte in Romania a causa del solleone.

Ma con l'arrivo del caldo record è boom anche negli acquisti di cocomeri, meloni e pesche...con malcelata e diabolica soddisfazione della Coldiretti che, in occasione dell'arrivo della stagione estiva con il solstizio d'estate, registra un aumento della domanda dei caratteristici frutti per effetto del clima afoso che interessa l’intera penisola.

La prima ondata di caldo estivo, insomma ci sta facendo veramente cuocere allo spiedo!
Io, che mi trovo da pochi giorni “in ferie” nella mia Calabria…posso solo dire che i condizionatori di casuccia mia funzionano alla grande.
Con buona pace dei consumi elettrici.
Almeno risparmio acqua…mettiamola così! ;)

Nessun commento: