02 ottobre 2007

"Free Spirit Spheres": sospesi e contenti!

Chi non ha mai desiderato, durante la prima fase della propria vita, una casetta sull’albero dove rifugiarsi a giocare con gli amichetti o starsene da soli per i propri cavoli ed avere il proprio personalissimo spazio?
Ebbene…qualcuno che, probabilmente lo ha desiderato tantissimo, ci ha pensato seriamente tanto da produrre la prima VERA casa sull'albero a misura di adulto: la “Free Spirit Sphere”!
Il geniale costruttore è il canadese Tom Chudleigh si è ispirato ad una tecnologia nautica per dare vita ad una stravagante “abitazione” di legno rivestita con fibre di vetro e dalla forma sferica dal diametro di circa 3 metri.
La sfera può arrivare a pesare intorno alle 500 libbre e presenta alle due estremità quattro punti di ancoraggio che ne permettono il fissaggio con funi a 3 o più alberi diversi ed è raggiungibile con una scala a chiocciola ed una passerella.
All’ abitacolo si accede tramite un oblò di un metro. Dentro, naturalmente, non esistono né pareti divisorie né tantomeno un bagno ma troviamo comunque delle perfette rifiniture e degli accessori pratici e confortevoli…come il forno a microonde, dei comodissimi divani, lavandino e tavolo.

L’adattabilità è la caratteristica principale di questa sfera: può adattarsi addirittura anche ad un ambiente dinamico e selvaggio, come quello delle foreste, come è stato testato dal suo costruttore.
Vento e tempeste di ghiaccio? Nessun problema, la particolare architettura della sfera permette agli inquilini di non avvertire i forti impatti metereologici né qualsiasi reazione esterna grazie alla sua elasticità molto simile a una pallina da ping pong.

Attualmente sono disponibili due diversi modelli di “Free Spirit Spheres”: “Eve” è il modello base ed il primo costruito da Tom, mentre “Eryn” è il modello deluxe, molto più grande e iperaccessoriato. Entrambe le sfere sono accuratamente documentate fotograficamente nel sito ufficiale.
I costi variano da 30.000 a 120.000 $. Sembra una follia, però pare che arrivino richieste da tutto il mondo e Tom conta di portare la sua personalissima e stravagante produzione a ben 6 sfere al mese e soprattutto a sviluppare soluzioni d'arredo. Sarebbero già alla studio soluzioni che prevedono modelli con vano doccia/lavanderia e sauna, tutti in una sfera-gabinetto aggregabile.
E c'è anche chi pensa di riempire gi ampi spazi interni con tanto di hi-fi stereo e notebook con connessione internet. Sappiate anche che è possibile anche affittare queste meraviglie…e visto che il mercato degli immobili è arrivato ad un livello accessibile solo a pochi eletti danarosi...l’alternativa non sarebbe male!
Pensateci: una bella palla di legno da installare sull’albero dei giardini pubblici di QUALUNQUE città senza rinunciare ad ogni comfort.
O un semplice rifugio temporaneo, una comoda nicchia sospesa, dove l'essere sospesi dal suolo, totalmente immersi nella natura circostante, contribuisce a liberarsi dallo stress e a ritrovare un equilibrio tra corpo e mente che aiuta a ritrovare fiducia in se stessi.
Perciò, se siete dei moderni Tarzan e aspirate al luogo ideale per starvene per i fattacci vostri…la soluzione è una sola.
...poi non ditemi di non avervi avvertito!

25 commenti:

piccolè ha detto...

IO LA MIA CASETTA L'HO AVUTA,PERO' ERA SOTTO UN ALBERO!ME LA COSTRUI'MIO PADRE E MI MANCA,...CI PASSAVO ORE,TRA LE MIE BARBIE E GOMME PROFUMATE!!A PRESTO.

signor ponza ha detto...

Secondo me è da malati. Ah no, giusto. Si chiamano persone molto amanti della natura. :D

faraluna ha detto...

Sono amante della natura,eppure una casetta del genere non mi ispira;a parte i costi,ma mi sembra troppo "tecnica"per adattarsi ad un ambiente naturale.
Anni fa in giardino tra due alberi avevo un'amaca e facevo il pisolino.Certo,non era una casa,ma mi sentivo a mio agio.
Un abbraccio faraluna

Mimmo ha detto...

Piccolè...io mai avuta una! Ecco perche ne ho gia ordinata una di queste ipertecnologiche! Dici che reggerà in balcone???? ;)

Signor Ponza...mi dissocio dalle sue esternazioni ;)

Faraluna...come "amante della natura" ti consiglio di non dar retta al nostro amico Ponza... :) comunque...meglio l'amaca!

Il Mari ha detto...

Ehi!!! ma questo Tom Chudleigh rischia di mandare in fallimento l'impresa mia e di mauro.
Bella idea!
Certo che posso anche diventare Tarzan ma dovrei poi trovare una Jane disposta tutte le sere ad arrampicarsi sull'albero... ah ah ah...

patty ha detto...

è bellissimaaaaaaa!!!!!!la voglioooo!!!!!mi ero già fatta il viaggio di metterla nel parchetto condominiale e andare a vivere finalmente da sola senza mia mamma....

Franca ha detto...

A piacciono le case piccole, ma questa lo è troppo!
Certo che ce n'è di gente strana al mondo...

Suysan ha detto...

onestamente non mi ispira......troppo tecnologica,la casetta sull'albero che sognavamo da piccoli ci piaceva proprio perch� era spartana e avremmo potuto costruirla da soli.......questa sembra una navicella spaziale

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Mi piace l'idea: tecnologia dentro e natura fuori.

PS: ti scrivo anche qui questo commento che ho messo nel post precedente casomai non lo avessi letto:

Mimmo ho in mente una iniziativa unitaria tra bloggers per la Birmania e vorrei dentro anche te.

Domattina sarà già presente sul mio blog. Spero vorrai essere della partita.

Daniele

InTerysta ha detto...

idea carina ma non originale, Totò la casa sugli alberi pubblici ce l'aveva già nel 1958...Guardare Totò a Parigi per credere....

Miss Dickinson ha detto...

Sarebbe perfetta per starsene un po' in pace, lontani da tutto ma soprattutto sospesi per aria. L'unica cosa è che io soffro di vertigini anche a salire su una sedia, mi sa che non sarebbe proprio una buonissima idea...
:-)

Mimmo ha detto...

IlMari...ce ne stanno a frotte di Jane. Sù...chi vuole andare a vivere con Mauri-Tarzan nella palla di legno??? :)

Patty...ma chi lo dice alle mamme???
;)

Franca...gente strana che acuista...o che costruisce stà roba? :)

Suysan...è questo il bello! Sembra di stare in una astronave! :)

Daniele...ridò la mia conferma al tuo progetto! ;) grazie ancora!!!

Interysta...c'era da aspettarselo da uno come Totò! Provvederò al più presto! :)

Miss Dickinson...no problem. La puoi impiantare...a terra! l'effetto sarebbe simile...o no?! :)

Kniendich ha detto...

Lo farei subito, mi piacerebbe estranearmi da tutto e tutti stando a contatto con la natura...soprattutto quando fuori c'è tempesta sarà stupendo... una delle prime spese che farò quando sarò ricco...naturalmente non a Palermo...

orchideablu ha detto...

Fantastico!!!! Io voglio la versione deluxe...Con tutte le comodità e ben accessoriata...
Però voglio pure chi mi mantiene ... e he he ...
Però no...con Il Mari...mi dispiace no...RUSSA TROPPO!!!! :-DDDDD
Ciao Mimmo :-D

Miky ha detto...

Ma dove le scovi tutte queste cose?
cmq io sono per le cose un pò più tradizionali :P voglio la casetta di Bart simpson XD

Il Mari ha detto...

Scusa l'intrusione Mimmo... ma per Orchideablu CHI TI HA DETTO CHE RUSSO!?! Non dirmi che da Torino si sente fino a Treviso.

Mimmo ha detto...

Kniendich...Palermo non ha giardini con alberi ad alto fusto??? ;)

Orchideablu...dài..un accordo col Mari si troverà pure! Dei bei tappi per le orecchie????!!! che dite?! ;)

Miky...alla faccia delle cose più tradizionali. dove te la trovo la casetta di Bart????? :)

IlMari...è casa vostra questa. Ma non voglio scenate o bisticci qua dentro...ok?! ;) ...ho già proposto l'alternativa per convivere insieme nella palla con Orchidea...poi fate vobis! :)

nonnapapera ha detto...

Bellissima! è un po' il concetto della roulotte, ma questa è sospesa. E poi la forma rotonda mi attira molto. Certo che se si rompono i cavi chissà dove si va a rotolare!
Aspetto le liquidazioni, adesso il prezzo è troppo alto.

Mimmo ha detto...

Nonnapapera...bentornata!!!!!!! Tu e le tue paperelle stareste alla grande dentro la megapalla! :)

orchideablu ha detto...

Nessuna scenata ,Mimmo caro...io col Mari...NO...Opto per case separate :-)))
@Mari...purtroppo so cosa vuol dire...si sente eccome!!!:-D

Mimmo ha detto...

Orchideablu...e la pace torno tra e te il Mari. o no? ;)

Kniendich ha detto...

Oh Mimmo, Palermo si potrebbe anche avere alberi adatti... solo che vuoi mettere la caciara dei maleducati per le strade limitrofe..? E poi, pensi che andando a lavoro la mattina, ritroverei il tutto come l'ho lasciato? Utopia è vivere a palermo, non la casa sull'albero...

Cari saluti..

Mimmo ha detto...

Kniendich...ahahahahah...dai! non la dipingere così malamente. Le scalette pensoc he te lascerebbero!!! ;)

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny