"IO CANTO" : Il ritorno di Laura Pausini.


La nebbia che si posa alla mattina,
le pietre di un sentiero di collina,
il falco che si innalzerà, il primo raggio che verrà…”





…inizia con queste parole-immagini molto evocative e poetiche la prima traccia del nuovo, e primo, album di cover di Laura Pausini.
“Io canto” che dà il nome a questo nuovo lavoro nonché al primo singolo estratto(già numero UNO nell’airplay radiofonico e nelle classifiche di vendita), la dice lunga sulla vera passione di Laura, la sua filosofia di vita:
LA MUSICA!


Un messaggio lungo tutta una serie di canzoni-manifesto che ripercorrono cronologicamente la vita musicale intera della grande Laura!
Non un progetto ruffiano che prova a mettere in mostra le ormai riconosciute doti canore ma un sorta di ringraziamento a quelle canzoni che l’hanno accompagnata da quando giovanissima si destreggiava a fare pianobar col padre Fabrizio nella provincia del ravennate emiliano.
Un inno alla musica italiana fatta di grandi cantautori con delle canzoni che fanno parte ormai dell’archivio storico della melodia italiana mondiale, ma forse di più fanno parte della nostra memoria collettiva.
Quelle che venivano fino a poco tempo fa considerate solo Canzonette banali sono oggi invece considerate, come ha affermato un famoso filosofo,


“…il piccolo miracolo della banalità che amiamo”.

Quante volte un motivo, una nenia, un ritornello o delle note fanno scoccare risonanze profonde? Danno traccia di un ricordo, colorano la nostalgia…esse sono “la sublime banalità della nostra esistenza!”



Laura questo lo sa…..e lo si può sentire dalle 16 tracce presenti nel suo ultimo stupendo lavoro.
La delicatezza, la sincerità e la passione con cui affronta e in alcuni casi rielabora vecchi successi fa semplicemente venire i brividi.
Momenti altissimi nella perla di Renato Zero “NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA’ ” , o nella splendida interpretazione della hit “STRADA FACENDO” di Claudio Baglioni…la delicatezza di “SCRIVIMI” di Nino Buonocore o ancora l’accoppiata riuscita di voci nel duetto con Tiziano Ferro in “NON ME LO SO’ SPIEGARE”….poi ancora la magistrale “CINQUE GIORNI” di Michele Zarrillo e la sorpresa in “ LA MIA BANDA SUONA IL ROCK”di Ivano Fossati….

Insomma, un album tutto da scoprire, amare e cantare con il cuore in mano e la testa che vola alta…..come quel “falco che si innalzerà”.


Grazie, Laura!




Tracce dell’Album (con i miei commenti il più possibile obiettivi!!):

1) IO CANTO: …ottimo singolo di lancio! Nuova veste per un brano semisconosciuto di Cocciante. Appassionata!

2) DUE: bella reinterpretazione molto fedele all’originale di Raf.

3) SCRIVIMI: una delle chicche dell’album che rende giustizia ad un brano meraviglioso di Buonocore. A partire anche dal fatto che qui manca la erre moscia dell’originale! MAGICA

4) IL MIO CANTO LIBERO: …un classico Battistiano che mette i brividi. Qui cantato in duetto con Mister-Camisa-Negra Juanes che vede il testo cantato anche in spagnolo. Ad Effetto.

5) DESTINAZIONE PARADISO: celebre pezzo del Grignani pensiero degli esordi. Rifatta eccellentemente!!!

6) STELLA GEMELLA: uno dei pezzi del repertorio di Ramazzotti meno ispirato. Ma Laura spacca….specialmente alla fine in pieno stile LIVE!!!

7) COME IL SOLE ALL'IMPROVVISO: …il più criticato duetto dell’album! La scelta di dettare con Jhonny Hallyday (celeberrimo cantante francese, incrocio tra Celentano e Vasco) si rivela mortificante per l’anima della canzone. Un po’ troppo aggressivo?

8) CINQUE GIORNI: non ha bisogno di commenti. Il pezzo di Zarrillo è un capolavoro del genere “tagliamose le vene” e Laura porta a picchi elevatissimi la già impeccabile interpretazione del Zarrillone. Brividi !!!

9) LA MIA BANDA SUONA IL ROCK: chi l’avrebbe detto che Laura sarebbe riuscita a rendere il pezzo molto meno banale di quanto si credesse? Sound da urlo!!!

10) SPACCACUORE: Bersani è uno dei cantautori più interessanti e bravi….Laura rifà il pezzo facendo venire attacchi di epilessia! BRIVIDI 2!!!

11) ANIMA FRAGILE: un brano del Vasco nazionale…che secondo me manco lui ricorda! Laura sembra molto attacca a questa canzone. Io avrei preferito “Ogni volta”…

12) NON ME LO SO SPIEGARE: …BRIVIDIII!!!! Duetto da OSCAR!!!! Laura e Tiziano rendono ancora più bella e spettacolare questa hit! I toni bassi di Ferro si sposano con eleganza con quelli vellutati di Laura……..10 e lode!!!!

13) NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA: una delle mie preferite in assoluto!!!!! Non seguo Zero….ma questa interpretazione emoziona!!! E tanto! Laura ha dovuto interrompere anche mentre la incideva…questo vi dice tutto!!!!

14) IN UNA STANZA QUASI ROSA: vedi Vasco Rossi….avrei preferito un'altra hit. Ma ascoltandola bene ha un suo perché. Molto intima!

15) QUANDO: …non adoro Pino Daniele. Ma Laura eccelle anche qua.

16) STRADA FACENDO: …..bella!!! Questo pezzo storico di Claudio Baglioni chiude il disco facendoti skiattare per terra! Laura supera ancora una volta se stessa.

17) E NON E': bonus track per chi scarica l'album da Itunes. Pezzo del bravo Niccolò Fabi…..peccato non averla inserita nell’album. Magnifica….



Commenti

Miky ha detto…
Madonna come sei professional :-)
altro che luzzato..
Mimmo ha detto…
sssshhhhhh.....non gridare troppo...

:)

grazie mikuzza! ;)
Marco ha detto…
Azz che professionalità....e pensare che da vicino non metti un congiuntivo giusto ^_^
Anonimo ha detto…
bravo domè!
ti ci sei messo prpr di impegno!
concordo sul duetto di "come il sole all'improvviso"
è l unica traccia che mando avanti senza ascoltare... :)
è molto meglio cantata sl da lauretta :)

smack
giudi
Anonimo ha detto…
Laura pausini è una copiona... Cos'è ha finito le idee?


Secondo me copiare questi pezzi colossali pecca di originalità, oltre che alcuni pezzi son praticamente sballati per il suo timbro vocale, come "nei giardini che nessuno sa" (Cantata da Renato, fa sicuramente un altro effetto emozionante... Da venire la pelle d'oca! Altro che Laura...) o "Destinazione Paradiso" ( A che serviva cantarla? mah...)

Post più popolari