10 settembre 2007

Roma e la Notte Bianca: il mondo in una notte


Nata fra larghi consensi a Parigi nel 2002, è stata poi introdotta l'anno successivo anche a Roma con una partecipazione senza precedenti dei romani, e non solo.
È l’ormai tradizionale e attesissima Notte Bianca di Roma, una non-stop culturale e musicale promossa dal Comune romano e giunta alla sua quinta edizione.

Una sorta di “festa popolare” presa d’assalto da migliaia di cittadini e turisti di ogni fascia d’età, tutti uniti per condividere l’emozione di questa straordinaria esperienza collettiva che ha avuto il suo clou nella notte fra l’8 e il 9 settembre.
Le cifre parlano di oltre 2.500.000 presenze: un record assoluto per questa stratosferica kermesse che ha visto oltre 12 ore di festeggiamenti, circa 400 eventi e più di 1000 artisti provenienti da 29 paesi che hanno dato vita ad una serie di eventi multiculturali sparsi dal centro alla periferia della bellissima Città Eterna.

Esperienza vissuta in prima persona anche dal sottoscritto che, per la cronaca, è tornato praticamente all’alba di domenica mattina, dopo un happening iniziato nel tardi pomeriggio di sabato nelle vie romane del centro.
Una Roma sfavillante, viva, colorata, immersa nella luce e nell’atmosfera di un antico cuore pulsante che immerge le radici in una Storia che ha, fortunatamente, innumerevoli testimonianze sparse ovunque.
Come ogni anno, l'edizione 2007 si è aperta ufficialmente a piazza del Campidoglio, alle 21.30, con un concerto dedicato al novantenne maestro romano Armando Trovajoli.

Ma la mia lunga notte in bianco ha preferito lasciarsi coinvolgere da alcuni veri e propri EVENTI: uno su tutti l’apertura ufficiale dei Mercati Traianei, nel cuore del centro storico, dopo un lungo restauro.
L’apertura dello splendido complesso è avvenuta proprio sabato sera. Una fila impressionante per ammirare per la prima volta quello che è stato assolutamente il PRIMO centro commerciale della storia, strutturato a livelli sovrapposti e costruito nei primi anni del II secolo d.C.
Un opera colossale, immensa e da mozzare il fiato, grazie anche alla mostra "Kan Yasuda. Toccare il tempo", allestita per la Notte Bianca proprio all’interno dei Mercati Traianei e visitabile fino al 13 gennaio 2008.
L'artista giapponese, che vive da anni in Italia, invita il pubblico a toccare le 30 sculture in marmo e in bronzo che si dispiegano su tutti i piani dei Mercati, nei vari livelli dell'emiciclo, all'aperto, profilate contro il panorama capitolino, alcune al chiuso delle tabernae e altre sul piano di calpestio del foro.
Un suggestivo “Elogio del Tatto” giocato sui particolari contrasti che si creano armonicamente tra i marmi dalle forme levigate e minimal-surrealiste delle sculture, e i resti archeologici del complesso romanico.
Insomma, una meraviglia che vi consiglio caldamente di visitare.
E spettacolare è il panorama, una volta giunti fin sopra le varie “terrazze” del Mercato, con vista privilegiata su Piazza Venezia e dintorni, che regalava una visione di tutta la gente che, come formichine, invadeva pacificamente una Roma disseminata di luci e suoni.

Una full immersion che è proseguita lunga le vie storiche…dal Quirinale, fino alla Fontana di Trevi, passando per Via Del Corso, Piazza Venezia, Largo Argentina, Via Nazionale e poi fino alle innumerevoli viuzze del centro gremite all’inverosimile. Davvero infinite sono state le proposte della Notte Bianca 2007…una notte non sarebbe bastata per vederle tutte!
Ma esserci è stato qualcosa di sconvolgentemente bello! Signori miei…checchè se ne dica…abbiamo una delle capitali più suggestive e ricche d’arte del mondo intero!
La ricchezza e la diversità delle tradizioni culturali che si incontrate tra le vie di questa magnifica città sono state uno spettacolo unico per gli occhi.
Ma non solo.
Come ogni anno anche la musica è stata protagonista della Notte Bianca di Roma: uno su tutti il concerto evento di Franco Battiato al Campidoglio e quello dei Modena City Ramblers, per finire al tradizionale concerto dell'alba affidato quest’anno agli Zero Assoluto che, in Piazza di Siena a Villa Borghese, hanno intonato la quanto mai appropriata canzone “Svegliarsi la mattina”.

Io non so neanche come sono riuscito a tornare vivo a casa. Ricordo solo la capatina di rifocillamento al sapor di cornetti ripieni e cappuccino caldo con una ricca spolverata di cacao!
A seguire alcuni scatti esclusivi del vostro Mimmo! ;)


La Notte Bianca 07 di Mimmo:
























































































18 commenti:

Suysan ha detto...

deve essere stata proprio una gran notte......l'anno prossimo voglio esserci anche io
ciao a presto suysan

InTerysta ha detto...

spero di potervi partecipare prima o poi.....ma adesso che inizia a nevicare a Tallinn potrò dire che ogni notte è "bianca"?

Ti Linko....è una minaccia!

Franca ha detto...

Coinvolgente!
Deve proprio essere una bellissima esperienza...

Mimmo ha detto...

Suysan...Roma è aperta a tutti! Se hai la possibilità...non perderti la prossima edizione. ;)

Interysta...grazie del...linkaggio! Provvederò anche io al più presto! Per quanto riguarda le tue notti bianche....preferisco quelle romane io! ;) un abbraccio

Franca...vero! una esperienza unica nel genere. Sono rimasto estasiato...Roma assume tutto un altro aspetto. Ti rapisce. :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Una notte da favola sicuramente! Belle foto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

PS: mi piace il tuo blog e mi sono permesso di linkarlo da me; spero, se lo riterrai possibile, che tu possa fare lo stesso.

Mimmo ha detto...

Daniele...grazie anche a te per il linkaggio!!!! è un onore per me! veramente. Ricambierò...ovviamente! :) un abbraccio. E l'anno prossimo tutti alla Notte Bianca! :)

Davide ha detto...

la notte bianca...che bella invezione...forse è realmente l'unico giorno che dura 24 ore (dato che non si fà la nanna!!!).

Anonimo ha detto...

ciccio, a che c ero a roma, ma nn andai a nessun concerto, bighellonai a buffo per la città.
giornate stupende :) guarda il mio di blog ;))))

smackino
giudi

faraluna ha detto...

Che buoni tutti quei dolci!Sono davvero invitanti!
Grazie per essere passato.
Era da un pò che non ci sentivamo...
Bacio faraluna

Nikita ha detto...

Grazie per la visita al mio blog cubano. bello il tuo! anche le foto della pasticceria, peccato che non si possano sentire i profumi tramite il pc!!

un abbraccio virtuale

Nikita

Piggio ha detto...

notte bianca?
bellabella bella
Ma c'eri anche tu?
Potevi farci uno squillo!
Io ho conosciuto lo stupido.. soundwave e gigi tutti blogger.. dal nord.
Troppo bella.. forse ci faccio un minipost anch io.
Ciao!

Mimmo ha detto...

Davide...ESATTO!! Anche se qualche oretta me sono fatta sabato pomeriggio. ;)

Giudi...ho visto! Ma io credevo che non scendessi!!!!disgraziata!!! :) potevamo vederci e suggellare l'incontro storico! ;)
abbrassss

Faraluna...i dolci ringraziano. Erano ottimi... :) un abbraccio!

Nikita...ho sentito io i profumi! no problem! :)
il tuo blog cubano è magnifico. Ottima idea quella di dedicarci un blog intero.

Piggio...sarà per la prossima! Un raduno di blogger a Roma. ;)

Ma lei! ha detto...

Troppo belle le foto!

giudaballerino ha detto...

ehehe, come avrai notato dal mio blog, anch'io c'ero e prima di dirigermi a cinecittà mi sono lasciato travolgere dallo strabordante caos del centro... che emozioni!

Mimmo ha detto...

Ma Lei!...grazie carissima! ;)

Giudaballerino...ho letto il tuo resoconto! Ma il centro era troppo fiko!!!!!! :)

nonnapapera ha detto...

complimenti anche per le foto, quella dei cannoli mi fa venire un'acquolina....

Mimmo ha detto...

Nonnapapera...i cannoli ringraziano! ;)