05 aprile 2007

Il ritorno di K.i.t.t.

E' stata messa vendita in California e venduta a New York per 150mila dollari la mitica Kitt, l'auto guidata da David Hasselhoff nella omonima famosa serie tv degli anni 80 Supercar. Se avete più di venticinque anni è matematicamente certo che ne abbiate sentito almeno parlare.

La vettura, una Pontiac Trans dotata di intelligenza artificiale, capace di parlare, saltare gli ostacoli e andare a velocità supersonica è una delle 4 vetture realmente usate nelle scene in primo piano e quando David Hasselhoff faceva finta di guidarla.

Ha tutti gli optional originali, incluse le luci rosse che scorrevano avanti e indietro sulla parte anteriore dell'auto, da cui arriva anche quel suono che le contraddistingueva.
Certo ha i suoi limiti: non vi parlerà mai e non potrete richiamarla dal parcheggio perchè vi venga a prendere, ma quel modello specifico è un pò più difficile da trovare, nel mondo reale.

Un gran bel pezzo di storia televisiva visto che questa serie è stata una delle più viste nella storia della televisione italiana, composta da 84 episodi (alcuni composti da due parti) divisi in quattro stagioni. Praticamente un tormentone.

Negli Stati Uniti furono trasmessi dall'emittente NBC, nel nostro Paese da Italia Uno che li mandò in onda per la prima volta nel lontano 1982.

La trama del telefilm vedeva un poliziotto ferito gravemente da un criminale. Il suo viso è deturpato ed è in serio pericolo di vita. Una fondazione paladina della giustizia, la "Fondazione Knight", si occupa del caso.
Riesce a salvare la vita all'agente dandogli, grazie ad un radicale intervento di chirurgia plastica, le sembianze del figlio del fondatore della fondazione e "adottandolo".

Da quel momento il poliziotto Michael Long, diventa Michael Knight e lavorerà per la fondazione impegnandosi nella prevenzione del crimine in difesa dei più deboli. Strumento di lavoro è K.I.T.T., un’auto dotata di intelligenza artificiale e di caratteristiche tecniche fantascientifiche.
Con essa l'eroe combatterà i delinquenti vivendo avventure emozionanti e coinvolgenti.

Si mormora anche di un prossimo ritorno sugli schermi cinematografici. A Hollywood infatti pare che si sia dato il via libera alla realizzazione della pellicola. Glen A. Larson, l’autore del serial televisivo, ha posto come unica condizione il rispetto dello spirito originale della storia che non deve diventare una parodia, com’è accaduto ad esempio per l'adattamento cinematografico di Starsky&Hutch (da denuncia!!).



Nessun commento: